Casino Italiani: Qualche cambio di strategia

Quando si dice che quest’anno le Case da Gioco hanno avuto introiti ed ingressi interessanti non si deve dimenticare l’Expo è riuscito a richiamare tanti visitatori, visitatori che, poi, hanno voluto fare “qualche puntatina” al Casinò e su Casino.com che è sicuro e legale aams. Le presenze a questo evento sono state enormi ed anche il gioco ha beneficiato “dell’indotto”, oltre che di qualche cambio “strategico” che le direzioni dei casinò hanno messo in atto. Finalmente, si è capito che il gioco d’azzardo è indubbiamente il “conduttore” per i giocatori, ma deve anche essere lo stimolo per offrire altri servizi per il tempo libero sempre più curiosi e completi. Si vuole parlare del connubio che ormai le Case da Gioco hanno trovato con le mostre d’arte, con la presentazione dei libri, con la musica.

Certo, un giro di boa ci voleva per non far restare la clientela troppo “aggrappata” ai tavoli da gioco dove a volte c’è “il periodo no” e non si riesce a vincere: quindi, ben venga “staccarsi” dal tavolo verde e distrarsi con l’ammirare un bel quadro, sentire buona musica o bere un buon drink. È stato questo “uovo di Colombo” che ha consentito alle “vecchie ed austere” strutture dei casinò come paddy power casino online di “ringiovanire”, attirare una clientela indubbiamente più giovane, magari meno influente a livello economico, ma diversificata. In più le Case da Gioco mai come quest’anno hanno usufruito del discorso turistico con gli enti locali con i quali hanno intavolato rapporti proficui che hanno “fatto viaggiare il gioco” in uno con le rappresentazioni della propria location. Venezia ne sa qualcosa.